Gazzetta del Sud: “Laboratorio” per i fondi europei – Presentato a Catanzaro il progetto dell’on. Aurelio Misiti

misiti-a-cz

Commenti disabilitati su Gazzetta del Sud: “Laboratorio” per i fondi europei – Presentato a Catanzaro il progetto dell’on. Aurelio Misiti

Illustrato in Provincia a Catanzaro il progetto promosso dall’onorevole Aurelio Misiti: Un laboratorio di idee e programmi per non perdere fondi europei

da “catanzaroinforma.it” – 9 Ottobre 2016

Sabato 8 ottobre 2016

Si è svolta ieri nella sala Giunta della Provincia di Catanzaro si è svolta una conferenza stampa in forma congiunta promossa dalla Fondazione San Tommaso Moro, dalla Associazione ProCalabria e dal CSPS Don Francesco Caporale.
La conferenza stampa presieduta dall’onorevole. Aurelio Misiti e moderata da Fulvio Scarpino ha visto, inoltre, la partecipazione di Isolina Mantelli Presidente del Centro Calabresi di Solidarietà, di Gianvito Casadonte Fondatore del Magna Graecia Film Festival, del professore Paolo Ferrise responsabile Eu20 e dell’avv. Antonio Torchia. Nel corso dell’incontro è stata annunciata dal prof. Aurelio Misisti , già presidente del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, la nascita di un “laboratorio di idee e programmi” supportato un team di esperti coordinati dallo stesso Misiti, per l’utilizzo dei fondi europei. Fondi strutturali ( o indiretti) erogati dalla Comunità, ma gestiti dai Paesi membri attraverso i PON (Programmi Operativi Nazionali) e i POR ( Piani Operativi Regionali);ed i Fondi diretti che si dividono: in programmi intracomunitari, che coinvolgono i Paesi membri dell’Unione e riguardano politiche interne di interesse europeo (le politiche giovanili, l’innovazione etc) e programmi di cooperazione esterna che promuovono la cooperazione dei Paesi membri con Paesi terzi rispetto all’Unione.
Il laboratorio con sede nel capoluogo di Regione ha l’obbiettivo di invertire la marcia riguardo l’inadeguato sfruttamento dei fondi europei che vedono la Calabria maglia nera nella comunità europea. I dati Svimez hanno presentato un quadro impietoso ed allarmante della nostra economia e della migrazione culturale fuori regione impietosa che non ammett5e repliche. Una crescita inferiore alla Grecia, alla Turchia, una migrazione certificata di oltre 350.000 persone su una popolazione inferiore ai due milioni di cui il 30% giovani laureati sono il segnale evidente di un declino inarrestabile che porterà inevitabilmente ad un sottosviluppo permanente. Paolo Ferrise con un intervento mirato ha spiegato le procedure prodromiche alla partecipazione degli Enti Pubblici alle Call europee, evidenziando come allo stato siano pochissimi i comuni calabresi ad essersi registrati presso la Commissione Europea (Account ECAS) e presso il registro URF. La partecipazione di Isolina Mantelli e di Gianvito Casadonte ha avuto la finalità di far comprendere su quali potenziali sia necessario puntare essendo, ciascuno nell’ambito delle proprie competenze, modello indiscusso nel sociale e nella cultura. La nostra Calabria ed il suo stesso capoluogo hanno già delle realtà concrete gestite da donne e uomini di prim’ordine su cui investire nel campo del sociale, del socio assistenziale come appunto il “Centro Calabrese di Solidarietà”, la “Casa di Nilla” di Giancarlo Rafele e la “RaGI” di Elena Sodano; nel campo della cultura non solo il MGFF di Gianvito Casadonte vero fiore all’occhiello della nostra regione, ma anche la Fondazione Rotella del notaio Guglielmo, un buon biglietto da visita in contesti internazionali.
Il Laboratorio di Misiti vuole operare a tutto campo, al di là delle divisioni politico o partitiche per supportare le diverse amministrazioni locali, soprattutto per scongiurare l’eventualità che ancora tanti nostri giovani siano costretti a lasciare la propria terra.
L’iniziativa fa parte di un “trittico” di conferenze stampa ognuna delle quali presenterà un progetto legato al territorio. L’avv. Torchia sul finire dell’incontro ha dato appuntamento al 28 ottobre p.v. per la conferenza stampa dal titolo “Tutta la Verità”.

Commenti disabilitati su Illustrato in Provincia a Catanzaro il progetto promosso dall’onorevole Aurelio Misiti: Un laboratorio di idee e programmi per non perdere fondi europei

Ridurre rischio sismico edifici, appello alla ‘classe politica’

da askanews.it  – 5 set 2016   

 Firmatari docenti, tecnici e esperti manutenzione antisismica

Roma, 5 set. (askanews) – Numerosi docenti universitari, esperti nel campo della manutenzione antisismica e rappresentanti di organismi culturali del settore, hanno sottoscritto l’appello allegato alla “Classe Politica”, affinché proceda in tempi brevi a varare un “Piano di Manutenzione e Prevenzione Antisismica” al fine di avviare concretamente una consistente riduzione del rischio sismico degli edifici in Italia.

Se un tale Piano non venisse attuato, il nostro Paese continuerà a piangere migliaia di morti e a spendere miliardi di euro per le ricostruzioni dopo gli eventi sismici, che immancabilmente si verificheranno nei prossimi anni.

Per gli eventi sismici, in Italia negli ultimi 116 anni e con cadenza inferiore al decennio, sono stati registrati complessivamente circa 150.000 morti e 300.000 feriti con una spesa di oltre 300 Miliardi di euro per le ricostruzioni.

IL TESTO DELL’APPELLO DI TECNICI E RICERCATORI SUL TERREMOTO

“Ci rivolgiamo alla “CLASSE POLITICA” affinché non si ripetano gli errori commessi, anche in buona fede, che hanno ritardato di alcuni anni la ricostruzione dell’Aquila. Solo dopo una correzione di rotta, avvenuta in Parlamento e voluta con determinazione dall’allora Ministro della coesione, si è potuta avviare la ricostruzione del Centro Storico. Nella concitazione del dopo terremoto il Governo del tempo, per dare risposte rapide, aveva chiesto al Parlamento di approvare una legge, che, tra tante cose buone, conteneva norme ritardatrici della ricostruzione. Riteniamo infatti che vanno prese decisioni che favoriscano la ricostruzione in tempi brevi senza stravolgere l’ordinamento giuridico dello Stato. Nel contempo va avviato un “Piano Nazionale di Manutenzione e Prevenzione Antisismica”, annunciato più volte dai Governi e poi messo nel dimenticatoio. In Italia si procede con l’emergenza in tanti settori spesso solo per evitare l’applicazione delle leggi, che normalmente sono le più rigorose in Europa e forse nel Mondo. In una tale situazione si danno messaggi negativi alla società civile, che spesso, nelle sue frange senza scrupoli, reagisce commettendo reati gravissimi, che spesso vengono alla luce solo dopo i disastri. Finalmente si passa dalle parole ai fatti. È stato nominato Vasco Errani, Commissario per la ricostruzione, con esperienza di governo nel territorio, attivo e rigoroso, che ha dimostrato buone capacità organizzative nella ricostruzione dopo il sisma in Emilia Romagna; dove però a quattro anni dall’evento l’opera non è ancora conclusa. Ciò significa che il Commissario non può scavalcare tutti gli organi istituzionali e le leggi generali. Il Governo, tramite i suoi organi, dovrà assistere, coordinare le Regioni e controllare l’esecuzione delle opere, a garanzia dello stesso Commissario. Il “Piano Nazionale di Manutenzione e Prevenzione Antisismica” va affidato al Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, che collaborerà con gli Enti territoriali, con la continua assistenza e consulenza del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, che dovrà essere dotato di una Sezione dedicata all’argomento. Il Piano va finanziato con un programma di investimenti a lungo termine, almeno ventennale, nella profonda convinzione che questi saranno finanziati dai risparmi sulle spese delle ricostruzioni dopo i terremoti del futuro. I sottoscritti, certi della sensibilità del Governo e di tutto il Parlamento, si dichiarano disponibili a ogni eventuale tipo di collaborazione intellettuale, pur di conservare nel migliore dei modi il nostro inimitabile Paese”.

Tra i primi firmatari: Prof. Ing. Aurelio Misiti, Presidente del Comitato Nazionale Italiano per la Manutenzione; già Presidente del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici. Dott. Ing. Marcello Mauro, già Presidente del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici. Prof. Ing. Franco Braga, ordinario di Tecnica delle Costruzioni “Sapienza Roma.” Prof. Ing. Lugi Materazzi, ordinario di Tecnica delle Costruzioni “Università di Perugia” Dott. Ing. Paolo Cannavò Vice Presidente FECC Federazione Europea dei Manager delle Costruzioni. Prof. Arch. Manlio Vendittelli Ordinario di Urbanistica “Sapienza Roma.”

sismografo

Sismografo

Prof. Arch. Rosario Pavia Ordinario di Urbanistica “Università Chieti e Pescara”. Prof. Ing. Remo Calzona Ordinario di Tecnica delle Costruzioni “Sapienza Roma.” Prof. Dott. Alberto Prestininzi Ordinario di Geologia Applicata “Sapienza Roma.” Dott. Ing. Francesco Pittoni Vice Presidente del Comitato Nazionale Italiano per la Manutenzione. Dott. Angelo Artale Segretario Generale della Federazione Industrie per le Costruzioni. Prof. Ing. Enzo Siviero Rettore dell’Università E. Campus. Geom. Adriano Biraghi Vice Presidente del Comitato Nazionale Italiano per la Manutenzione. Dott. Giorgio Germani Presidente dell’Associazione Nazionale Quadri della Pubblica Amministrazione. Prof. Dott. Gianni Mattioli Fisico “Sapienza Roma.” Prof. Arch. Ottavio Amaro, Associato in Progettazione Architettonica e Urbana, Prorettore delegato alla programmazione edilizia Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria. Prof. Arch. Massimo Lauria Associato di Tecnologia dell’architettura Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria Prof. Dott. Romano Benini-link Campus University di Roma Pier Paolo Balbo di Vinadio Professore Ordinario di Architettura del Paesaggio e Urbanistica alla Università di Roma la Sapienza-Facoltà di Architettura Valle Giulia. Dott. Arch. Giuseppe Rizzuto Segretario Coordinatore di ITACA -Istituto dell’Associazione delle Regioni. Dott. Arch. Luca Zevi, Architetto e Urbanista.

 

Commenti disabilitati su Ridurre rischio sismico edifici, appello alla ‘classe politica’

Convegno “Gli ottant’anni del comune di Melicucco 1936-2016”

Sen. Domenico Romano

Sen. Domenico Romano

Il 14 luglio del 1936, Melicucco (RC) diveniva comune autonomo, staccando il cordone ombelicale con Polistena dopo oltre 100 anni .
Tra orgoglio comunale e riflessione sulla storia e la condizione attuale si è svolto un convegno a più voci che ha visto coinvolti i 6 sindaci viventi protagonisti degli ultimi 50 anni: prof. Aurelio Misiti (sindaco dal 1968 al 1971), dott. Furio Pronestì (sindaco dal 1988 al 1993), prof. Ottavio Amaro (sindaco dal 1993 al 2001), dott. Francesco Scopelliti (sindaco dal 2001 al 2006), ing. Francesco Nicolaci (sindaco dal 2006 al 2016), e infine l’attuale Sindaco arch. Salvatore Valerioti in carica dal giugno 2016.

Ha introdotto il Sindaco Valerioti, che ha ringraziato gli ex Sindaci per la loro partecipazione e per aver accettato l’invito per un evento importante per la storia della comunità melicucchese. Ha inoltre esposto il programma della giornata che vede protagoniste le realtà aggregative più significative che sono cresciute in questi anni a Melicucco: la banda municipale che ha suonato per le vie del paese concludendo con l’inno nazionale in piazza Primo Maggio; il Centro di Aggregazione per disabili che ha offerto uno spettacolo di musiche e danze e i ragazzi del Servizio Civile comunale che hanno allestito un’interessante e documentata mostra fotografica sulla storia melicucchese.

Il convegno è iniziato con la lettura della lettera inviata dal prof. Aurelio Misiti (pubblicata nella pagina precedente), impossibilitato ad essere presente per impegni fuori Calabria. LEGGI TUTTO…

Commenti disabilitati su Convegno “Gli ottant’anni del comune di Melicucco 1936-2016”

Messaggio dell’On. Aurelio Misiti al Sindaco per l’Ottantesimo anniversario dell’autonomia del Comune di Melicucco

ottantesimo di melicuccoEgregio Architetto,
Impegni presi in precedenza mi impediscono di essere presente alla sobria manifestazione del 14 luglio, ottantesimo anniversario dell’autonomia del nostro comune. La cerimonia di allora, alla presenza del Ministro dei LL.PP. COBOLLI GIGLI e del Direttore Generale DOMENICO ROMANO, nostro cittadino illustre, ha mostrato il grande

Comune di Melicucco

Comune di Melicucco

interesse che si attribuiva in quel tempo al raggiungimento dell’autonomia locale. L’evento ha dato dignità comunale a una piccola e operosa frazione di contadini e braccianti, che ben meritavano questo premio. La presenza di un membro del Governo è stata possibile grazie all’impegno del nostro illustre concittadino Domenico Romano, divenuto poi Senatore e Ministro dei LL PP.
Oggi la tendenza alla separazione non esiste più, anzi si ritiene più importante l’unificazione dei comuni per ragioni economiche e sociali.
La Calabria è stata antesignana, unificando tre grossi paesi in una città: Lamezia Terme.

on. aurelio misiti

Aurelio Misiti

L’esperimento ha avuto un grande successo, arricchendo quella Piana sia economicamente che culturalmente.
Lì è nato l’aeroporto, il nodo ferroviario e autostradale, nonché l’agricoltura fiorente con un discreto sviluppo industriale.
Noi, nella nostra Piana abbiamo un potenziale enorme di sviluppo in ogni campo, ma il più importante ha luogo nei trasporti con il grande porto nato senza città.

Salvatore Valerioti Sindaco di Melicucco

Salvatore Valerioti Sindaco di Melicucco

Noi dobbiamo impegnarci a sostenere lo sviluppo del porto creando la sua città con i 33 comuni della Piana nell’ambito della più ampia Città Metropolitana.
Ciascun comune deve salvaguardare la sua autonomia nel sociale ma sostenere l’aggregazione dei comuni per diventare in tempi brevi una delle zone più dinamiche e ricche del Mezzogiorno. In questo quadro Melicucco, come in un passato recente, puo’ essere il centro promotore dello sviluppo del territorio della Piana.
L’Ottantesimo va visto quindi come inizio di un processo ben più ampio della semplice visione comunale per contribuire alla rinascita del nostro SUD, fondata non più sull’assistenza ma sul lavoro intellettuale e manuale dei suoi operosi cittadini. Buon anniversario.
Aurelio Misiti

Commenti disabilitati su Messaggio dell’On. Aurelio Misiti al Sindaco per l’Ottantesimo anniversario dell’autonomia del Comune di Melicucco

MANIFESTAZIONE IN CAMPIDOGLIO DEI CALABRESI NEL MONDO

catricalàAlla presenza del Vice Ministro Antonio Catricalà e dei Presidenti Giuseppe Scopelliti e Franco Talarico si è svolta il 25 giugno 2013 l’annuale festa “La Calabria nel mondo”, pensata e diretta dal presidente del centro studi C3 internazionale on. Peppino Accroglianò. La Protomoteca del Campidoglio, strapiena di personalità calabresi, ha fatto da degna cornice a una festa piena di sorprese.

Un evento musicale eccellente con la soprano Raffaella Pezzella e i maestri Federico Vozzella e Giovanni Monti nonché le letture interpretate dall’ottima Annalisa Isarda, hanno coinvolto e appassionato i presenti in attesa delle premiazioni. Anche quest’anno i riconoscimenti hanno riguardato alte personalità calabresi della cultura e delle professioni operanti in Regione e fuori, che onorano la Calabria nel mondo. Tra questi vanno citati alcuni giovani talenti come P.S. Corasaniti (CNRS Parigi),Filippo Crea (Gemelli Roma),A.G. Grande ( Stilista), Nicola Leone (Unical),S.F. Rotella(Architettura Milano) e tanti altri meno giovani ma di grande livello intellettuale. Infine per il cinquantenario della loro attività due premi a Pippo Marra e Gerardo Sacco hanno concluso l’evento pubblico; mentre la chiusura è avvenuta come sempre nella prestigiosa villa Brancaccio.

Commenti disabilitati su MANIFESTAZIONE IN CAMPIDOGLIO DEI CALABRESI NEL MONDO

Diga sul Metramo, pietra miliare di una Calabria che si riscatta

Gazzetta del Sud – 7 Aprile 2013

Diga Metramo Gazzetta 070413 Diga metramo

Commenti disabilitati su Diga sul Metramo, pietra miliare di una Calabria che si riscatta

BRETELLA DI ROCCELLA JONICA

cantieremisiti_a_rocella_jonicaaurelio_misiti_telemia

 

 

 

 

 

Unico parlamentare invitato a Roccella per la conferenza stampa sull’apertura del cantiere della bretella per dare respiro estivo alla città balneare, Aurelio Misiti ha indicato tre azioni indispensabili:
a) realizzare condizioni di assoluta legalità nella gestione del cantiere con rapporti stretti e leali tra le imprese e le forze dell’ordine;
b) concreta e stretta collaborazione tra ANAS, Amministrazione comunale e imprese appaltatrici;
c) dopo l’apertura al traffico gestione secondo standars europei con manutenzioni ordinaria e straordinaria adeguate.
Vista la favorevole sentenza del TAR Calabria che ha recentemente rigettato la richiesta di sospensiva dell’impresa ricorrente, grazie anche alla costituzione del Comune come parte civile,
attuando le tre suddette azioni gli sforzi trentennali del senatore Zito e dei suoi colleghi amministratori locali e in particolare dell’ottimo sindaco attuale, saranno premiati e la tanto sospirata bretella sarà finalmente una realtà.

Commenti disabilitati su BRETELLA DI ROCCELLA JONICA

Misiti sostiene Abramo: Catanzaro spina dorsale della regione

Comune di Catanzaro

Catanzaroinforma.it  – 04-01-2013

Misiti sostiene Abramo: Catanzaro spina dorsale della regione

Candidature Pdl, Tallini: nessun caso Traversa, vogliamo una effettiva rappresentanza del territorio                    

 

                                             
Il Comune di Catanzaro è fondamentale, è la “spina dorsale della regione, se va in tilt Catanzaro, va in tilt tutta la Regione”. Il deputato di Grande Sud, Aurelio Misiti, amico della città capoluogo, sceso in soccorso a sostegno delle emergenze locali in più di un’occasione – basta ricordare l’Ente Fiera e la consulenza gratuita sulla situazione dell’edilizia scolastica – porta il proprio sostegno politico al candidato sindaco del centrodestra Sergio Abramo nel corso di una conferenza stampa organizzata dalla Fondazione “Don Francesco Caporale”, nella sala Giunta di Palazzo di Vetro, alla presenza oltre che di Abramo e Fulvio Scarpino, anche della padrona di casa, la presidente Wanda Ferro, che è anche coordinatrice provinciale del Pdl, e dell’assessore regionale al Personale, Domenico Tallini. LEGGI TUTTO…

Commenti disabilitati su Misiti sostiene Abramo: Catanzaro spina dorsale della regione

Misiti: «Abramo sia confermato sindaco»

 Misiti - Abramo - Ferro

CATANZARO LIVE – 2013-01-04

CATANZARO

Il candidato del centrodestra incassa l'”endorsement” dell’Onorevole Misiti

Continua senza sosta la campagna elettorale di Sergio Abramo: a due settimane dal voto nelle otto sezioni sospese dal TAR, il candidato a sindaco della coalizione di centrodestra ha incassato anche l’ “endorsement” di Aurelio Misiti, ex assessore regionale ai lavori pubblici con la giunta Chiaravalloti, ex Vice Ministro alle Infrastrutture e ai Trasporti con il governo Berlusconi, attualmente capogruppo alla Camera del Movimento “Grande Sud”. Nel corso di una conferenza stampa organizzata questa mattina presso la Sala Giunta della Provincia di Catanzaro, l’onorevole Misiti ha inteso fare il punto sul prossimo appuntamento elettorale cittadino: «Ho accolto con meraviglia la decisione del TAR di bloccare il lavoro amministrativo della giunta Abramo, di cui lodo le capacità e l’impegno, e mi sono meravigliato quando ho visto il comportamento dell’opposizione che ha portato all’annullamento del voto. Lo reputo un ricorso strumentale, proprio come quelli che spesso vengono fatti da alcuni per bloccare le opere pubbliche già in cantiere. La speranza è che il 20 e 21 gennaio si possa definitivamente chiudere la partita confermando Sergio Abramo sindaco». Presenti all’incontro anche l’Onorevole Tallini, il Presidente della Provincia Wanda Ferro e il candidato Sergio Abramo. «Ho conosciuto Misiti in veste di assessore ai lavori pubblici – ha dichiarato la Ferro – Molte delle opere pubbliche oggi in campo sono dovute alla sua caparbietà e alla sua professionalità tecnica. Per questo voglio dirgli grazie per il lavoro fin qui svolto e per la fiducia che ha inteso accordare ad Abramo». «La scelta libera e non sollecitata dell’Onorevole Misiti che, al di là delle fazioni politiche, si è schierato con Sergio Abramo è qualcosa di straordinario e da rimarcare – ha aggiunto l’Assessore Tallini. – La sua preparazione tecnica è stata in passato e sono convinto che sarà anche in futuro un valido supporto per l’Amministrazione di questa città». Dello stesso parere il candidato a sindaco «Sono grato a Misiti per l’attestato di stima che ha voluto rivolgermi: non è cosa da poco poter contare sul contributo e l’aiuto di un tecnico così preparato. Il suo impegno per il territorio è cosa nota: già in passato la nostra amministrazione aveva potuto constatarne la professionalità. Mi riferisco alla questione “Ente Fiera”, quando l’onorevole si è recato con noi al Ministero dello Sviluppo Economico per perorare la causa della Calabria e difendere il finanziamento che ci era stato accordato, ma anche alla questione “edilizia scolastica”, quando ci ha aiutato a ridimensionare l’allarme sconsiderato e ingiustificato sulle strutture scolastiche cittadine. La sua esperienza sarà preziosa anche per le future sorti della città».
Gianfranco Giovene

Commenti disabilitati su Misiti: «Abramo sia confermato sindaco»